TIMELINE

dalle origini dell’Art Du Déplacement a oggi

Evry Paris add

1986

Tra due periferie, a sud e nord, della città di Parigi, un gruppo di persone stringono amicizia intorno al movimento, senza alcuna forma particolare.
Si passa dal combattimento al superamento di ostacoli passando per la pallacanestro, il calcio e la breakdance. Senza maestri. Da autodidatti.

1990

Sono gli anni di esplorazione e ricerca; il nucleo di amici si restringe fino a una decina. Rimangono quelli che hanno le motivazioni più forti. Durante questo periodo emergono le premesse dei primi metodi.

1997 L’ART DU DÉPLACEMENT

Il desiderio di professionalizzarsi porta naturalmente il gruppo ad avere un’identità ben chiara con il nome Yamakasi (esprit fort, corps fort, homme fort). Scelgono di chiamare la loro disciplina l’Art du Déplacement. Per farsi conoscere si esibiscono; passano dall’ombra di una disciplina “segreta” alle luci del “pubblico”.  La prima esposizione mediatica di maggior visibilità avviene sul canale 2 della televisione francese, nella trasmissione STADE 2. Da lì in poi i media s’interessano del fenomeno sempre di più, parlando delle banlieues come mai prima di allora. Saranno queste luci a svelare l’individualismo di alcuni membri del gruppo: David, seguito da Sebastien, se ne tira fuori.

1998 PRIMO SCISMA

I vari passaggi ripetuti nei media attirano l’attenzione di professionisti di vari orizzonti come quelli del mondo dello spettacolo. Inizia allora l’avventura “Notre Dame de Paris” che porta alcuni Yamakasi a viaggiare dall’Europa agli Stati Uniti d’America. David e Sebastien creano il Parkour per identificarsi. Dopo più di 10 anni di esperimenti ed esplorazioni, gli Yamakasi cominciano a ragionare sui metodi di trasmissione.  La moglie di Luc Besson vede delle foto degli Yamakasi sulla rivista VSD, ne parla al marito.

taxi 2

1999 INCURSIONE NEL CINEMA

Partecipano come controfigure a “Taxxi 2”. La leggenda racconta che era un test di professionalità da parte di Besson. Forse un modo per ammorbidire gli Yamakasi, corteggiati da un’altra grande produzione.

2001 IL GRANDE SCHERMO

Esce sui grandi schermi “Yamakasi, I samurai dei tempi moderni”, prodotto da Luc Besson.

Il fenomeno Yamakasi intriga i media in tutto il mondo. Alcuni membri del gruppo, intanto, continuano ad affinare i loro metodi di allenamento pensando anche alla trasmissione. Il loro obiettivo, attraverso la visibilità che avevano guadagnato, era di diffondere lo spirito originale dell’Art di Deplacement e rendere la pratica accessibile a chiunque volesse avvicinarcisi.

Les fils du vent

2003 IL GRANDE SCHERMO 2, SECONDO SCISMA

Esce il secondo film girato fra la Tailandia e l’Inghilterra. Dopo aver avuto la possibilità di girare Yamakasi 2 con Luc Besson, scelgono invece di girare “I figli del vento”, in sostegno di uno di loro, Charles, che ha coscritto lo scenario. Nascono i primi contatti con il Cirque du Soleil Alla fine del film, il secondo scisma: il gruppo Yamakasi si scioglie. Rimangono insieme solo Yann, Chau, Williams e Laurent che rifiutano di patteggiare su etica e integrità.

KA cirque du soleil

2004

Il Cirque du Soleil propone un ingaggio agli Yamakasi, ma essi rifiutano: preferiscono impiegare il loro tempo per la diffusione della disciplina. Un gruppo di ragazzi che si allena con loro in modo più assiduo fa un casting privato e viene ingaggiato quindi per lo spettacolo KA a Las Vegas. Alcuni degli Yamakasi seguono comunque il progetto come coach e consulenti.

ADD logo

2005 ADD Academy by Yamakasi

Continua la collaborazione degli Yamakasi con il Cirque du Soleil per lo spettacolo The Beatles Love. Nasce a Evry, la prima “ADD Academy by Yamakasi”, fondata da Yann Hnautra, Laurent Piemontesi, Chau Belle, con il supporto di Williams Belle. Esce il documentario “Generazione Yamakasi”

Evry cathedral ADD

2006 – oggi

Gli Yamakasi diffondono l’Art Du Déplacement attraverso varie iniziative: workshop, seminari, interventi in ambiti particolari (carceri, scuole, ecc…). Lavorano su progetti artistici più confidenziali, lontani dal clamore dei mass media.
Le ADD Academies by Yamakasi crescono in numero ed esperienza, sia in Francia e che nel mondo.

Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'utilizzo di cookies approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Close